Nonostante alcune stagioni non esattamente trionfali da parte della Ferrari, la Formula 1 rimane ancora uno degli sport più seguiti dagli italiani. La velocità, l’aspetto competitivo e l’imprevedibilità conferiscono allo sport motoristico per eccellenza uno charme tutt’ora ineguagliato.

E lo sanno bene i bookmaker, se si considera che ogni sito di scommesse permette di puntare sui diversi aspetti di ogni gara e del campionato nel suo insieme. Va detto che a differenza di altri sport, la Formula 1 ha per lo scommettitore almeno un grosso vantaggio e un grosso svantaggio.

Il vantaggio sta nel fatto che le variabili di tipo “naturale” da tenere in conto per piazzare una scommessa vincente sono poche o nulle: i piloti guidano oggetti meccanici e chi arriva primo vince. Fine.

Lo svantaggio se vogliamo sta proprio nel vantaggio: trattandosi di una competizione che deve tutto ai numeri e al regolamento, l’imprevisto tecnico, tattico o regolamentale è sempre dietro l’angolo; perciò fare previsioni certe è pressoché impossibile (pertanto diffida da chi sostiene il contrario).

Basti pensare alla stagione 2017, che fino a settembre sembrava in mano agli uomini di Maranello per poi finire irrimediabilmente compromessa dopo il clamoroso incidente fratricida fra Raikkonen e Vettel. Ritirate le rosse, addio sogni di gloria.

Su cosa è possibile scommettere

Come dicevamo sopra, i migliori siti per scommettere operanti in Italia offre la possibilità di scommettere su diversi aspetti della F1. Alcune volte anche con largo anticipo.

Scommesse pre-campionato

Nonostante i campionati comincino generalmente verso marzo, già dal dicembre precedente è possibile puntare su chi vincerà la stagione successiva, sia al livello di piloti che di costruttori. Si tratta chiaramente di un mezzo salto nel vuoto, prima di tutto perché alcuni team presentano le proprie macchine quasi a ridosso dell’inizio della stagione agonistica, in secondo luogo perché il campionato di F1 è uno di quelli che viene scritto gara dopo gara.

Se hai una certa confidenza nelle tue doti predittive, comunque, nessuno ti vieta di puntare sul tuo campione preferito con largo anticipo. In questo modo potrai contare quantomeno su quote più alte.

Scommesse di gara

Ma veniamo al vero succo delle scommesse relative alla F1: quelle sui risultati di gara.

Com’era intuibile, è possibile puntare su chi taglierà per primo il traguardo al termine di ogni GP. È una delle scommesse più azzeccabili, poiché in F1 non sono pochi i “momenti di grazia” di un particolare pilota o di una particolare scuderia, e si tratta di momenti che a volte si protraggono anche per 4-5 gare.
Nel contesto di un singolo Gran Premio, si può poi provare a indovinare chi farà registrare il giro più veloce. È una scommessa un po’ più complicata, perché tira in ballo valori poco analizzabili come i litri di benzina presenti nel veicolo, la performatività delle gomme e la motivazione del pilota. Non è un caso se spesso il giro più veloce è effettuato da chi non vincerà la corsa, e in alcuni casi addirittura da un pilota che non si piazzerà neanche sul podio.

Scommesse pre-gara

Gli appassionati potranno anche puntare sui risultati delle qualifiche. Il nuovo regolamento prevede delle prove libere al venerdì che precedono le qualifiche vere e proprie del sabato. Queste ultime sono suddivise in tre manche (rispettivamente Q1, Q2 e Q3) che eliminano di volta in volta gli ultimi classificati.

Alcuni siti di scommesse permettono di puntare anche sugli esiti delle prove libere e di ogni turno di qualifica, nonché su chi si aggiudicherà la pole position.

Due note finali

Per i tempi sul giro, i bookmaker fanno riferimento ai tempi ufficiali disponibili live sul sito FIA.

Per i risultati gara, invece, chi scommette dovrà considerare come valido solo il podio presentato ufficialmente alla fine di ogni Gran Premio, poiché penalizzazioni e squalifiche post-gara sono sempre dietro l’angolo, e spesso non sono prevedibili.