Quando si parla di motociclismo, quello che ci fa sospirare e ci fa trattenere il fiato è sicuramente il sorpasso: un “rider” che dà gas alla sua due ruote e che, magari all’esterno, fa una piegatura incredibile e al limite della fisica per aver ragione di chi gli sta davanti. In questo articolo vogliamo riportare e ricordare alcuni dei sorpassi più belli avvenuti in gare più o meno recenti.

Il primo è sicuramente quello tra Schwantz e Rayney, ad Hockenheim nel 1991, il più bel sorpasso della storia della moto. All’ultimo giro Schwantz si trova in scia a Rainey. I due arrivano in prossimità del Motodrom, e da sempre chi primo arriva lì, alla fine, vince la gara. Wayne frena al limite, convinto di poter rimanere in testa, ma Schwantz rimane all’interno e stacca in maniera brutale, La RGV, seppur con le ruote bloccate, rimane dritta, seppur scuotendosi. Kevin è dentro e a Wayne non resta che l’odore della sconfitta. Lo trovate qui.

Voliamo ora al 2009, a Barcellona. Lorenzo e Rossi i due protagonisti. Dopo una dura vittoria Lorenzo sembra avere oramai vinto, ultima curva a destra e poi rettilineo finale. Jorge fa un piccolissimo errore e lascia aperto uno spiraglio per il Dottore, che non ci pensa due volte e entra. La sua M1 sembra andarsene in avantreno per un attimo, ma Valentino riesce a “domare” la bestia e ricama una traiettoria che lo porta in prima posizione, per una delle vittorie più belle della sua carriera. Guardatelo qui.

Andiamo avanti con la lotta tra Pasini e Simoncelli, Mugello 2009. Asfalto bagnato e una sfida che sa di epico, con i due che si danno battaglia tra sorpassi e controsorpassi. Mancano poche curve al traguardo e Pasini ha la meglio su Sic. Una manovra spettacolare, ancora più complicata per le condizioni bagnate dell’asfalto e la poca visibilità.

Chiudiamo con l’impresa epica di Michele Pirro al Round 10 del CIV Superbike al Mugello. Si tratta di un’impresa che non sarebbe possibile descrivere a parole, per qui godetevelo in questo video YouTube (grazie a Alberto Naska).